Laura Pausini a Che Tempo che fa: Non bisogna studiare canto…

Cari amici, in molti di voi mi chiedono in questi giorni un opinione sulle dichiarazioni di Laura Pausini alla trasmissione di Fabio Fazio “Che tempo che fa”.
Ho pensato a lungo se scrivere un post o meno…ma alla fine eccomi qui…non voglio fare della polemica, ma solo un po di chiarezza su alcuni fattori.
Innanzitutto se qualcuno dichiara che non serve studiare o e’ un genio o egli, a sua volta, non ha nulla da insegnare dunque la sua missione nella vita e’ davvero povera di significato.
Ma cio’ premesso probabilmente L’artista in questione ha ragione quando dice che a scuola si impara la “Tecnica”…gia’….ma cos’e’ la Tecnica? Ce lo siamo mai chiesti?
La tecnica e’ semplicemente lo strumento per realizzare cio’ che noi abbiamo in mente, cio’ che il cuore e la mente ci suggeriscono come idee musicali; questa e’ la tecnica. Se noi suoniamo una nota in piu’ diventiamo freddi esecutori, se riusciamo a suonarne una in meno diventiamo frustrati e insufficienti a noi stessi.
Ma temo che L’Artista in questione (con tutto il rispetto) non abbia avuto la fortuna di incontrare Grandi Maestri, si…perche’ un grande maestro non si limita a insegnarti la tecnica, ma ti consiglia cosa ascoltare, come ascoltare la musica, si parla di teoria, di suono e di cura del proprio fisico, si parla di esperienze di vita, di sentimenti e delle paure di ciascuno sul palco e nella vita….Siamo sicuri che tutto questo non ti renda un Artista migliore?
Non mi addentro nelle questioni tecniche e di salute dello strumento canto che sono ovvie…ma esiste qualcuno che pensa di potere imbracciare un violino ed emettere un suono udibile e intonato senza l’aiuto di un Maestro? Penso di no…La musica va studiata e va studiata da molto piccoli: Mozart a 11 anni ha composto la sua prima sinfonia, ma a 4 anni suonava il pianoforte e il violino, il papa’ di Paganini era mandolinista e lui suonava fin da piccolo la chitarra (eccome la suonava…) il mandolino e il violino etc….Detto questo John Lennon e’ stasto espulso gia’ all’asilo e Jimi Hendrix non ha mai preso una lezione in vita sua…ma come detto all’inizio…questi erano dei geni…
Come si fa a capire se uno e’ un genio? Semplice…ascoltiamo la sua musica…se le sue idee sono inspiegabili allora siamo in presenza di un genio…negli altri casi siamo in presenza semplicemente di un ingenuo… Mi spiace concludere in questo modo… ma nella musica leggera italiana di successo di idee geniali ne sento davvero poche da un bel po’…
Il mio consiglio dunque e’ studiate sempre…scegliete con cura il vostro maestro…sara’ uno dei legami piu’ speciali della vostra vita…a me a 40 anni torna spesso la voglia e la nostalgia di tornare a lezione…che bei momenti!

Un abbraccio a tutti
Take care!
Filadelfo Castro


Commenti:

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.